Profilo Pietro Veronese – Candidato sindaco alle primarie del centrosinistra

mercoledì 5 febbraio 2014 | Categoria: Politica, Programma

Scarica il pdf

Chi sono

foto-smallI miei nonni furono contadini, ma Rizzieri conobbe la fatica della miniera del caolino e Piero fu impiegato alla “Saccardo”; con Amalia e Gudelia vissero al Tretto. Mio padre e mia madre vennero invece a vivere a Schio nell’immediato dopoguerra, e furono artigiani tessili. A loro debbo, in primo luogo, la mia passione civile.

Sono nato nel 1958, terzo di quattro figli, ho studiato presso il Liceo Classico “G. Zanella” e mi sono laureato in lettere classiche all’Università di Padova con il massimo dei voti. Insegno dal 1984 al Liceo Scientifico “N. Tron”.

Giuseppina ed io ci siamo sposati nel 1992. Abbiamo tre figli, Valentina, Matilde e Matteo, e viviamo a Monte Magrè.

Dalle idee ai fatti

Come Consigliere comunale dal 1994 al 1999:

  • Ho presieduto la Commissione Tecnica (3^) che lavorò allo studio del nuovo Piano Regolatore Gen.;
  • Ho diretto i lavori della “Commissione Casa”, da me proposta al Consiglio comunale la cui relazione, approvata all’unanimità dal Consiglio comunale, permise la creazione dell’“Ufficio Casa” e le agevolazioni a favore delle giovani coppie per l’acquisto della prima casa.

Come Assessore all’istruzione dal 1999 al 2004, ho ideato e realizzato:

  • Per gli Asili Nido Comunali: introduzione dell’ISEE per una più equa determinazione della retta; la certificazione di qualità con la condivisione e il coinvolgimento del personale (primo servizio comunale ad ottenerla).
  • Realizzazione del progetto innovativo “MammaNido” o “NidiFamiglia” – un servizio simile alle Tagesmutter altoatesine e dedicato alla primissima infanzia.
  • Significativo aumento dei contributi alle scuole materne private.
  • Scuole elementari: “Una scuola per amica”, un doposcuola “speciale” (non solo compiti, ma gioco e creatività) per i bambini che non possono essere seguiti dai genitori durante il pomeriggio. Contributi straordinari per aule informatiche e l’informatizzazione delle scuole. Potenziamento del “Teatro Scuola” con il coinvolgimento degli insegnanti nella scelta degli spettacoli.
  • Scuole Medie: sostegno alle iniziative di orientamento; realizzazione del “Forum per l’orientamento” in collaborazione con i comuni di Thiene e Valdagno. Contributi straordinari per aule informatiche e l’informatizzazione delle scuole. Potenziamento del “Teatro Scuola” con il coinvolgimento degli insegnanti nella scelta degli spettacoli.
  • Scuole superiori: ideazione e definizione dell’innovativo progetto del “Campus” degli istituti superiori. Le “Settimane di orientamento universitario” con la presenza delle Università del Veneto, del Friuli e del Trentino Alto Adige. Potenziamento del “Teatro Scuola” con il coinvolgimento degli insegnanti nella scelta degli spettacoli.
  • In collaborazione con l’Università di Padova e l’ AIPAI, si realizza a Schio e Terni il primo Master in “Conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio industriale”.

Conclusa l’ esperienza amministrativa, il mio impegno civico si è poi così concretizzato:

  • Fondazione dell’Ass. Communitas e organizzazione di incontri su tematiche socio-politiche;
  • Campagna di informazione (13.000 firme raccolte nel 2006) e denuncia del “contratto capestro” con il quale è stato realizzato il nuovo ospedale; presentati due esposti alla Procura della Corte dei Conti di Venezia; il secondo, nel novembre 2013, è stato sottoscritto da 37 amministratori di 11 diversi comuni ( 29 consiglieri comunali, 7 assessori, 1 sindaco);
  • Nel 2011 abbiamo avviato a Schio e coordinato la campagna referendaria promossa dal Forum dei movimenti per l’ Acquabenecomune, poi diretta a livello provinciale dal “nostro” Filippo Canova.

Lascia un commento