Archivio di marzo 2010

manifestazione nazionale per l’ acqua, bene di tutti

martedì 9 marzo 2010 | Categoria: 2 Si per l' acqua Bene Comune, Communitas

getattachment

ACQUA: BENE COMUNE! nasce un coordinamento nell’ alto vicentino

In Italia la riflessione sull’ acqua come risorsa di tutti ha raggiunto una forte consapevolezza sociale e una capillare diffusione territoriale, al punto che differenti sensibilità e differenti esperienze indicano nella salvaguardia dell’acqua come bene comune il paradigma di un nuovo modello di società, più equa, più sostenibile e più solidale. In questi ultimi mesi l’attualità ci ha costretti, come cittadini e come associazioni che operano nel territorio dell’Altovicentino, a dare una svolta alle nostre azioni. L’attuale Governo, infatti, ha approvato, nonostante l’indignazione generale, leggi che consegnano la gestione dell’acqua ai privati e alle multinazionali (art. 23bis L.133/08, integrato dall’ art. 15 L.166/09 di conversione del decreto Ronchi).
Ecco perché numerose associazioni che operano a Schio e nei comuni limitrofi hanno deciso di creare un coordinamento, le cui finalità, condivise da tutti i partecipanti all’assemblea tenutasi a Schio il giorno 8 febbraio 2010, sono le seguenti:
 Sostenere il Referendum abrogativo della Legge Ronchi ( lanciato dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua – www.acquabenecomune.org), che dovrà raccogliere, fra aprile e luglio 2010, circa seicentomila firme. Non sarà un referendum solo abrogativo, ma una vera e propria consultazione popolare su un tema molto chiaro : o la privatizzazione dell’acqua o il suo affidamento ad un soggetto di diritto pubblico. La campagna referendaria verrà lanciata ufficialmente con una grande manifestazione nazionale a Roma il 20 marzo, alla vigilia della Giornata Mondiale dell’acqua (22marzo).
 Appoggiare e proporre proposte di delibera in sede di consiglio comunale, come quella inoltrata da Legambiente al Comune di Schio, affinché i comuni modifichino il proprio Statuto inserendovi i seguenti principi :
o Il Comune tutela il diritto universale all’acqua potabile attraverso la garanzia dell’accesso individuale e collettivo dei cittadini alla risorsa.
o Per tutti i fini previsti dalla legislazione vigente, il servizio idrico integrato è dichiarato servizio pubblico locale senza scopo di lucro.
o In osservanza della legge, la proprietà della rete di acquedotto e distribuzione è pubblica e inalienabile; la gestione della rete e l’erogazione del servizio idrico, tra loro indivisibili, sono attuate esclusivamente mediante enti o aziende interamente pubblici.
o Il Comune promuove sul territorio una cultura di salvaguardia della risorsa idrica, informando e sensibilizzando la popolazione alla partecipazione sui temi ambientali e gestionali.
 Invitare tutte le associazioni, gli enti locali e i privati cittadini sensibili ai temi dell’ambiente, della giustizia, dell’equità e della sostenibilità ad aderire al coordinamento, informando i cittadini su quanto sta avvenendo a livello locale, regionale e nazionale mediante iniziative di sensibilizzazione e spazi di discussione.
Consapevoli che le nostre differenze sono una risorsa e una ricchezza, abbiamo quindi deciso di lavorare uniti, in rete, nella convinzione che
un mondo migliore e più solidale è possibile

documento
manifesto-dei-movimenti-per-lacqua-alto-vicentino1