Archivio di novembre 2009

Incontro con Giuseppe Stoppiglia

sabato 21 novembre 2009 | Categoria: Eventi e attività

RIFLESSIONI SULL’ INCONTRO CON DON GIUSEPPE STOPPIGLIA

L’ incontro con don Giuseppe Stoppiglia di Venerdì 18 Dicembre aveva come scopo il confronto e la discussione su cosa vuol dire fare politica ai giorni nostri e in quale misure ed in quali metodi possiamo farla.
Per cercare e trovare una risposta a cosa voglia dire fare politica non bisogna andare troppo verso Roma o entrare in qualcosa che è più grande di noi, forse ognuno può essere un vero cittadino (e quindi un vero politico) cominciando a saper donarsi all’ altro, saper ascoltare ancor prima di stare vicino fisicamente, perché con l’ ascolto impariamo a conoscere l’ altro ma soprattutto a conoscere noi stessi. La vera politica incomincia proprio da qui! Dalla necessità umana di avere l’ altro a fianco per non cadere nella solitudine e quindi nell’ ignoranza su noi stessi.
Se noi riusciamo ad ascoltare ed a prendersi cura piuttosto che aiutare impariamo a fare politica, impariamo che i nostri bisogni più essenziali, le nostre esperienze e le nostre vite hanno un valore aggiunto solo se rapportate alle esigenze del vicino, dell’ amico, dello sconosciuto.
Appresa questa consapevolezza delle esigenze proprie e dell’ altro si comincia a fare politica, quella con la P maiuscola!! Perché fare politica vuol dire affrontare una discussione non “imposta” da qualcuno (come possono essere i “talk show” come “Porta a Porta” o “Anno Zero”) ma nata dall’ esigenza del singolo e poi della comunità e da questo proporre idee ed iniziative volte alla risoluzione del malessere. Ecco quindi la differenza “Da loro a noi” (come diceva il titolo dell’ incontro) della politica ormai televisiva e di “imposizione” che quotidianamente vediamo, dove il cittadino non deve più pensare perché tanto ci sono LORO che risolvono i problemi al posto nostro evitando quel prendersi cura dell’ altro che è invece la base del fare politica. Vi è poi l’ altra politica, quella del NOI, basata appunto sul confrontarsi di tematiche a noi vicine, che riguardano il nostro territorio, la nostra comunità, ed è così che riusciamo a fare politica prendendosi cura anche dell’ altro, perché insieme si ragiona, si pensa, non è tutto “confezionato” e si cresce come persone … come cittadini … e quindi come Politici!